venerdì 27 gennaio 2012

Sport e olocausto: la storia dell'Hakoah Vienna


Lo scenario è grossomodo quello di oltre mezzo secolo fa, come se il tempo si fosse fermato. Una pista d'atletica leggera, una piscina e numerosi altri campi sportivi sbucano dal lussureggiante Prater, il principale parco cittadino di Vienna. Frattanto, un ristorante kosher e un'area dedicata ai bambini hanno fatto capolino tra gli impianti sportivi. Di nuovo, rispetto agli anni Trenta, c'è che la storia ha spazzato via i nazisti, mentre un simbolo - una H racchiusa in una stella di David bianca e blu - campeggia ancora sulle pareti.

Sports and the Holocaust: the Hakoah Vienna's story


The scenario looks as if the clock was stopped over half-a-century ago. A track and field area, a swimming pool and various playgrounds peep out inside the lush Prater, Vienna's main park. Meanwhile, a kosher restaurant and a child care centre spring among the facilities. What is really new compared with the 1930s, history has swept Nazis away, while a crest with a letter ‘H’ enclosed by a blue-and-white Star of David still stands out on the walls.

Welcome home, Hakoah. Founded in 1909 by cabaret librettist Fritz Löhner and other prominent figures, Hakoah - “force” in Hebrew - was a Vienna-based Jewish sports club, particularly popular in the interwar period. It counted 5,000 members at its peak and its activities included over a dozen sports, such as fencing, swimming, track and field. And football; Hakoah’s XI, composed also by Hungarians, was a remarkable side in the 1920s, allegedly the most flourishing period for Austrian Fußball.


sabato 14 gennaio 2012

Up where we belong


Photo: Theballisround.co.uk
This is the sports feature I had to write as assignment for my Sports Journalism module in the MA in Sports Journalism I am attending at Sheffield Hallam University. It is about the decline of Sheffield in football. The title - "Up where we belong" - is taken from a song by famous musician Joe Cocker, who is Sheffield-originated. I guess both United and Wednesday should be in the Premier League, as they have a very solid and loyal fan-base even in League One. I hope my staying in the Steel City can help both of them in promoting...

mercoledì 11 gennaio 2012

Versiliatoday


Per quanto io mi consideri un eterno viaggiatore alle perenne scoperta di luoghi nuovi e culture differenti, non nego che la mia città, la mia Viareggio, occupi un posto davvero speciale dentro di me.

Sarà (anche) per questo che ho deciso di accettare una nuova sfida, in ambito giornalistico. Parlo di Versiliatoday, sito internet di informazione su Viareggio e la Versilia, che ho creato assieme ad alcuni amici-colleghi.

Nel nostro piccolo, proveremo a dare una visione diversa su quanto accade nella città del Carnevale e nei comuni limitrofi. Una visione che farà leva sulla multimedialità, condizione indispensabile per quanti si lanciano nella rete per antonomasia con l'intento di intraprendere nuove avventure.

Ci metterò, come sempre, tutto il mio entusiasmo, la mia passione. E, soprattutto, proverò a mettere in pratica tutto ciò che ho appreso sul web nel corso del mio master a Sheffield.


Simone

sabato 7 gennaio 2012

Il Brasile snobba il Maracanã




Il profilo del Corcovado sullo sfondo, la mastodontica statua del Cristo Redentore che sovrasta qualsiasi grattacielo. E poi i malconci tram color canarino che si arrampicano sui vicoli, il degrado delle favelas e il formicolìo di turisti sugli arenili di Copacabana e Ipanema, dove un paio di anni fa è entrato in vigore il divieto di giocare a pallone. Eppure Rio de Janeiro rischia di essere apprezzata solamente tramite fotografie e cartoline, dalla nazionale brasiliana di calcio.