giovedì 29 marzo 2012

Bienvenidos al norte


Photo: 123rf.com
Desde un punto de vista puramente táctico, podría ser un once titular muy respetable, aunque exageradamente devoto al ataque: cuatro defensas, dos medios protegiendo la retaguardia de la retaguardia y cuatro delanteros puros por arriba.

Para ser justos faltaría sólo el guardameta, pero la verdad es que su ausencia no importa en un equipo que ejemplifica los caracteres típicos del fútbol sudamericano: fantasía, genio y talento.

Aquello que, en el terreno de juego, sería muy difícil de alinear, es un once titular muy especial - futbolistas colombianos que entre diciembre y febrero abandonaron a su país para jugar en la Major League Soccer, la principal liga de los Estados Unidos.

lunedì 26 marzo 2012

La rabbia e l'orgoglio


Photo source: Dailyrecord.co.uk

 Rispolverare il titolo di un libro, peraltro assai controverso, di Oriana Fallaci per parlare di sport, forse, può apparire esagerato, addirittura fuorviante. Eppure la rabbia e l'orgoglio sono protagoniste principali della storia che voglio raccontare oggi. Anzi, è pure presente l'aspetto religioso, filo conduttore della sopraccitata opera della Fallaci.

Sport e religione. Due parole che, in campo calcistico, si possono tradurre con altrettanti nomi: Celtic e Rangers. Il derby di Glasgow è forse una delle stracittadine più affascinanti, ma anche più inquietanti, nella geografia del pallone. Celtic e Rangers, separate da una rivalità feroce, sono i due club più titolati del calcio scozzese ed assieme contano 96 scudetti in 115 campionati: l'ultima volta in cui lo scudetto è stato vinto da una squadra che non fosse di Glasgow risale al 1985, quando trionfò l'Aberdeen che all'epoca vantava Alex Ferguson come allenatore.


venerdì 23 marzo 2012

Atene brucia, stavolta allo stadio


Eh no, noi ancora non ci siamo arresi, e forse mai lo faremo. L'amico e collega Damiano Benzoni, con il quale ho condiviso gioie e dolori nell'esperienza di "Pianeta Sport", ha recentemente aperto un blog intitolato "Dinamo Babel". La Babele in questione è la moltitudine di sport che verranno trattati, manco a dirlo, tenendo conto delle varie implicazioni politiche, sociali e culturali.

Qualcuno di voi avrà probabilmente saputo dei violenti scontri che, domenica scorsa, hanno funestato il derby ateniese tra Panathinaikos e Olympiakos. Memore dei miei sei mesi spesi ad Atene e della mia passione per tutto quel che riguarda la Grecia, Damiano mi ha chiesto di scrivere un contributo su quanto accaduto.


martedì 13 marzo 2012

Il cigno bianconero - 2


(- continua da 1)

Matthew ha ventidue anni e tifa Swansea, la squadra della sua città natale, da quando ne aveva nove. La sua carta d'identità pare raccontare molto di lui: il secondo nome è John, il cui vezzeggiativo è Jack, uno degli epiteti con cui i tifosi dello Swansea sono soliti indicare i loro beniamini oltre al tradizionale "cigni". Di cognome fa Wallace, come il guerriero interpretato da Mel Gibson in "Braveheart" che lottava per l'indipendenza della Scozia.

venerdì 9 marzo 2012

Il Sol Levante splende su Sendai



Photo dailymail.co.uk

Le porte dello spogliatoio si spalancano. I calciatori si incoraggiano scambiandosi pacche sulle spalle e sulla schiena. Si fanno forza l’un l’altro. I tacchetti degli scarpini scandiscono, con ritmo cadenzato, la loro marcia verso il rettangolo verde. Non appena i giocatori fanno capolino dal tunnel , i tifosi assiepati sulle tribune li accolgono come eroi, tra canti a squarciagola e battimani: una giornata di festa, come ogni partita di calcio che si rispetti.

Eppure non è un impegno qualsiasi quello che attende domani il Vegalta Sendai al debutto nella nuova stagione della J.League, il massimo campionato di calcio giapponese. C’è da giocare contro i Kashima Antlers, la più titolata tra le squadre del paese del Sol Levante. Soprattutto, c’è da giocare, mai come questa volta, per i tifosi, per la comunità locale. Per una città, una nazione intera.